Indietro

Stampi Candele

 

   
 

Per dare forma alla candela  servono gli stampi: in commercio ne esistono di vari tipi, forme e materiali, ma con un po’ di fantasia è facile riciclare oggetti presenti nelle nostre case per avere stampi molto originali.

 

Tra gli stampi in commercio possiamo trovare quelli in metallo, in lattice e in plastica:

 

Metallo: sicuramente i più indicati per i principianti in quanto tollerano bene temperature fino a 90°

 

Lattice: materiale estremamente morbido che permette di estrarre senza fatica la candela dallo stampo una volta raffreddata la cera. La temperatura al suo interno non deve superare gli 80/85°.

Essendo un materiale molto cedevole potrebbe, se non posizionato in maniera corretta e sopra ad una superficie perfettamente piana, non dare la forma desiderata.

 

Plastica e PVC: questi sono gli stampi più utilizzati per le candele, ne esistono anche per forme tridimensionali, ma la temperatura alta (superiore ai 60°) potrebbe liquefarli.

 

Altri stampi “casalinghi”, ma non per questo meno originali possono essere:

 

bottigliette di plastica;

vaschette per i formaggi;

vasetti di yogurt;

contenitori di vetro di conserve, acciughe, marmellate;

stampini per biscotti…