Indietro

Il lavaggio

   
 

Dobbiamo fare in modo che, una volta finito, il nostro grande o piccolo capolavoro si possa mantenere bene senza troppo subire gli effetti dei lavaggi successivi anche ad alte temperature come nel caso di tovaglie, tovagliette, salviette, bavette; sono necessari quindi dei piccoli accorgimenti.

*      Utilizzare tessuti e filati di buona marca e garantiti che non stingano durante il lavaggio;

*      Lavare il tessuto solo a ricamo ultimato e, almeno per la prima volta, a mano in acqua saponata e sapone neutro;

*      Risciacquare con abbondante acqua fredda e più volte senza torcere il tessuto;

*      Avvolgere il tessuto ricamato in una salvietta bianca di spugna o di cotone e arrotolare senza stringere;

*      Una volta eliminata l’acqua in eccesso riprendere il tessuto e stenderlo in orizzontale sopra ad una salvietta bianca di spugna o di cotone con la parte ricamata rivolta verso la salvietta al riparo dalla luce del sole

*      Stirare il tessuto ancora un po’ umido a rovescio sopra ad una superficie morbida, coprendo con una pezza di cotone bianca il tessuto facendo attenzione a non premere troppo sopra la parte ricamata.

*      Non utilizzare il ferro a vapore.

*      Se si applicano a salviette, tende o lenzuola i bordi ricamati, è necessario lavare separatamente e assemblare in un secondo tempo.